LA FEDE NON VA IN FERIE!!!

 
LA FEDE NON VA IN FERIE!
TU SEI IN VACANZA ma ricorda:
GESU’ NON VA IN VACANZA!
Lui non stacca la spina, è sempre in attività.
Lui non smette d’amarti, di parlarti e di ascoltarti.
Anche se sei in vacanza
NON SCORDARTI DI LUI !
Entra in chiesa ogni volta che puoi …
Ci sono mattine che lasciano presagire la calura che nel giorno si riverserà sulle cose e sulle persone, senza riguardo per nessuno, …che tu sia in villeggiatura o sia rimasto in città.
Le chiese sono deserte.
Ma il Signore non va in ferie.
Fuori di lì, orde di persone, riversate sulle spiagge, a rinfrescarsi con l’acqua del mare, a raccontarsi tutto quello che ci si può raccontare, a guardare ed essere guardate, a pensare fantasticare, dormire.
Eppure se mi fermo un attimo a riflettere, nel silenzio che regna in quei pomeriggi di sole, quando solo le cicale e le lucertole hanno l’ardire di sfidare così tanti gradi centigradi, non posso non dirmi: “Qualcuno, anche ora sta continuando ad amarti”.
Lui non ha mai trascurato un attimo della tua vita, non ti ha perso di vista un momento, non si è concesso un riposo, ne tanto meno una vacanza per starti sempre affianco. Da uomo, ha conosciuto anche Lui il caldo e il freddo, la sete, la fame e la sazietà, la stanchezza ed il riposo, la veglia ed il sonno, la letizia e la tristezza e molte altre cose che tu hai avuto la fortuna di non sperimentare; sa tutto di te e per non deludere le tue attese, non smette di seguirti mai, …mai.
E siccome conosce tutti i tuoi limiti, i tuoi difetti (compreso qualche peccatuccio) e, …la tua scarsa fede, a maggior ragione per questi motivi non distoglie mai il Suo sguardo da te. Non dimenticare le tante volte in cui sei stato tirato fuori dai guai; cosa sarebbe stato di te se in quelle occasioni il Signore si fosse trovato in vacanza?
Anche se l’irruenza del sole d’estate cuoce i mattoni delle chiese, in quel silenzio ch’è più immaginario ed interiore del vero, concediti di non essere in ferie almeno con la mente, col cuore, con l’anima; pensa a quante volte Lui ha pensato a te, ed anche per pensare a te, non è andato in ferie.
In certe circostanze o nel periodo di vacanze, si crede di poter fare a meno di amare”.
un principio valido per chi, nel periodo delle vacanze, “crede che si possa fare a meno di essere cristiano”.
Don Bosco scriveva che le vacanze sono la vendemmia del diavolo. Frase forte.  Più che vendemmia del diavolo direi “banco di prova”.
Il Vangelo è sempre Vangelo, ovunque ci si trovi: a scuola, al lavoro, su una spiaggia o in montagna. Chi sceglie Cristo lo sceglie 365 giorni l’anno.
La fede non va in ferie! Anzi, credo che le vacanze possano essere un’occasione per rinnovarsi e fare nuove esperienze spirituali.
Essere cristiani in vacanza è una prova di maturità. Richiede talora di andare controcorrente perché, forse, gli amici con cui condividiamo svago e riposo, non la pensano come noi.
Continuare ad essere cristiani in vacanza è una prova di maturità perché ci chiede di testimoniare con coerenza ciò che crediamo e cerchiamo di vivere. E la coerenza è un valore che non passa inosservato.

Categorie: Senza categoria