Organizzazione Pastorale

La Parrocchia e’ una parte della Chiesa cattolica presente in un determinato territorio come espressione della Chiesa locale a cui appartiene. Il suo fine principale è’ l’animazione cristiana dei credenti che vivono nel suo territorio.
La nostra Parrocchia, nel tempo, si è’ data un’organizzazione ben precisa. Già negli anni Novanta, con la guida del parroco dell’epoca, don Francesco Maniscalco, è’ stata suddivisa in 11 zone pastorali affidata ad un responsabile per lo svolgimento di alcune attività’ ” in loco”.
Nel 2012, all’interno del progetto pastorale, portato avanti dal parroco don Calogero D’Ugo, sono state apportate delle aggiunte. Le zone pastorali sono state portate a 12 servite da un Consiglio di Zone composta da un equipe ( responsabile, vice-responsabile, consiglieri) e sono stati ampliati le competenze e servizi che si svolgono “in loco”.
Il Consiglio di Zona decentra alcune attività della parrocchia tutta e tende a meglio osservare la situazione in genere e in bisogni particolari della zone. Le attività’ che organizza stabilmente sono le seguenti: visita agli ammalati, alle famiglie, veglie di preghiera in occasione della morte di un fratello, Via Crucis in quaresima, cenacoli mariani, processioni eucaristiche nell’Ottava del Corpus Domini, ecc.
Stabilmente i Consigli di Zona vengono riuniti dal Parroco per verificare e programmare.

Il Consiglio pastorale parrocchiale è’ l’organo consultivo che insieme al parroco e al vice-parroco rappresenta la Parrocchia e coordina, nel rispetto delle specificità’ di ogni Associazione presente, le attività della Parrocchia.
Il CPP è’ composto dai responsabili e vice-responsabili dei Gruppi di formazione e dei Settori di servizio è da membri scelti dal parroco che rappresentino tutte le componenti sociali della Comunità.
Il CPP nella nostra Parrocchia è’ stat ricomposto nell’ottobre 2013, dopo circa quindici anni di assenza.